Woody Valley Wanì light 2

Sulla scia del tanto famigerato Wanì Light, ecco il suo erede, il Woody Valley Wanì light 2!

Per chi non avesse ancora sentito parlare della serie Wanì, il Wani Light 2 è un’imbragatura reversibile con airbag e alloggio per paracadute d’emergenza integrato. Progettata per aiutarti a rendere il tuo kit da parapendio davvero compatto. 

I suoi colleghi sono Supair Altirando Lite e Gin Gingo Airlite 4. Sebbene Skywalk BREEZE e Advance EASINESS 3 siano simili, il loro design prevede una seduta con gambe separate. 

Il Wani Light 2 ha un’ampia seduta che aiuta a migliorare la protezione dagli urti e fornisce il massimo controllo e feedback senza aumentare i pesi.

Nella modalità zaino ha un volume contenuto, non ci sono problemi con vele di dimensioni standard, tuttavia, non c’è modo di regolare il volume di stivaggio. Sarebbe interessante una soluzione con cinghie di compressione laterali all’esterno per adattarlo a vele più piccole.

L’emergenza può essere inserita nel suo alloggio dedicato sotto la seduta, abbastanza grande per contenere la maggior parte dei paracadute d’emergenza moderni. Cosa non da poco, su richiesta viene fornita una versione con estrazione a sinistra!

Ripiegando lo zaino nella voluminosa tasca posteriore, si possono notare le cinghie di trasporto morbide e ben imbottite e una bella cintura spessa rimovibile con tasche con zip su entrambi i lati. Anche se la tasca fa pressione proprio sull’anca, il chè non è un bene per gli smartphone ingombranti, perché si rischia di rompere lo schermo.

Ha una tasca per contenere una bottiglia d’acqua molto profonda sul lato, una tasca per i bastoni da trekking, una tasca superiore, cinghie elastiche e una rete per il casco.

Quando si utilizza un’imbragatura reversibile, non si ha davvero molto da riporre nella parte posteriore perché lo zaino è già all’interno e probabilmente si indossa tutto il resto per restare al caldo durante il volo (quando si sale a piedi, il superfluo si lascia in macchina!), quindi il grande volume del Wani Light 2 è grande abbastanza per un’avventura di volobivacco o una risalita notturna con pernottamento.

L’area posteriore non è collegata all’airbag, quindi non occorre prestare attenzione nello stivare le proprie cose, basta solo buttarle dentro!

Per una maggiore protezione della schiena è possibile acquistare l’ inserto in schiuma LIGHTSHIELD, opzionale, che migliorerebbe il comfort dello schienale.

Il rinforzo con filo di nitinol, aiuta a mantenere la forma dell’airbag. Si riempie anche quando si è in piedi in decollo!

In volo, hai tasche con zip su entrambi i lati. Probabilmente è il migliore in termini di spazio in questa categoria.

La maniglia dell’emergenza è sul fianco, ben fissata dal tessuto su entrambi i lati.

Viene fissata col velcro a strappo sul retro e i due perni di chiusura permettono una facile estrazione

E’ presente inoltre un semplice ma efficace speed-system con 2 pedaline, integrato con l’imbragatura ed è facile posizionarvi i piedi. La carrucola utilizzata sul sistema è un po’ minimalista, ma adeguata. 

È posizionata in basso, il che ha il buon effetto sulla fluidità e sullo sforzo nell’utilizzo della speedbar, evitando la fastidiosa pressione lombare, punto debole di alcune imbragature di questa categoria.

Le regolazione inferiori (per modificare l’angolo della seduta / altezza dal moschettone) non sono regolabili in aria. Non preoccupatevi, è progettato proprio così, in modo che non cedano una volta che hai trovato le tue regolazioni (speriamo!). 

La regolazione laterale (sul costato) può essere invece modificata in assetto di volo oppure può essere “bloccata”. 

Gli spallacci sono liberamente regolabili e facili da usare una volta trovata la giusta angolazione. Un mix di design intelligente che soddisfa le esigenze di molti piloti.

In volo è un’imbragatura molto reattiva, offre il massimo feedback (in particolare sul rollio). Si fa quindi un pò sentire in condizioni termiche decise. 

Ha quindi uno smorzamento molto basso, ma ad alcuni piloti piacerà proprio così con la sua libertà di movimento e la reazione allo spostamento del peso immediata; soffriranno un pò i principianti, che potrebbero trovarlo un po’ travolgente, ma solo in termini di quantità di feedback.

Nel complesso è molto comodo in volo, ti senti ben supportato e le  diverse regolazioni permettono un settaggio molto preciso.

CHE TAGLIA SCEGLIERE?

La tabella ben costruita e precisa analizza bene le relazioni fra altezza e peso, ma una prova almeno appesi in negozio è pur sempre consigliata, potrebbe esserci il rischio di trovarsi in una seduta troppo larga.

Molte imbragature reversibili spesso sono molto “minimal” e nei lunghi tragitti possono risultare un pò scomodi. Il Wani Light 2 è fantastico in modalità zaino e la cintura imbottita migliora molto il comfort e toglie il peso dalle spalle quando impostato correttamente.

PER CHI È CONSIGLIATO IL WANI LIGHT 2?

C’è una buona dose di competizione in questa categoria: l’imbragatura airbag reversibile per Hike&Fly

Wani Light 2 soddisfa molto bene le esigenze della classe. C’è molto spazio nella parte posteriore, più che sufficiente per vela, casco, giacca ed accessori. È equilibrato e morbido, con finiture deliziose. È molto comodo in volo e offre una sensazione di seduta classica.

L’unica cosa che manca è un posto dove mettere i tuoi strumenti, qualcosa di simile allo Skywalk Breeze per intenderci.

A parte questo, ha un design molto ben progettato, completo e bello. Nel complesso è uno dei sistemi airbag reversibili meglio riusciti, ideale per avventurarsi e viaggiare.

In generale consigliato! Woody Valley non delude!

Per maggiori info tecniche vi mandiamo sul sito della casa madre Woody Valley.

Stay tuned! ✌️

Gin – Genie Lite 3

Gin ha rilasciato Genie Lite 3 e afferma che è “l’epitome di una moderna imbracatura XC”. Senza che andiate a cercare il significato su Wikipedia, vuol dire che è una gran ficata dove è stato condensato tutto il sapere di casa Gin!

Non fatevi traviare dalle forme che sembrano ingombranti, in realtà è compatta, confortevole, leggera, con una  protezione eccellente e un sacco di feedback. E come il suo predecessore ha delle ottime regolazioni, con stabilità regolabile!

Gin afferma che la stabilità del Genie Lite 3 lo rende adatto ai piloti occasionali pur avendo tutte le caratteristiche e le prestazioni richieste da esperti piloti XC, tra cui, la novità più vistosa…un cono d’aria posteriore gonfiabile che riduce la resistenza in modo “significativo”.

Una gran bella novità è il sistema che permette di regolare la stabilità direttamente in volo, per passare da un sensibile assetto termico ad un assetto più stabile in caso di necessità!

Non manca poi, il buon vecchio sistema anti-dimenticanza che fa in modo che la pod non possa essere chiusa senza che i cosciali siano collegati.

Come si può notare dalla nuova forma, il progetto si sviluppa attorno a sua maestà l’aerodinamica. Ma la maggior parte del volume è composta dal cono d’aria, infatti la taglia M pesa 4,8 kg, compresa la protezione. La “cabina di pilotaggio” è senza compromessi, con spazio per più strumenti, angolo di visuale ottimale e deflettore ombreggiante per evitare il fastidioso riflesso del sole sulla strumentazione 8-).

Il Genie Lite 3 ha una grande tasca posteriore con spazio anche per bevande e tasca per radio. Inoltre abbiamo a disposizione cinque litri in più nella tasca del porta-strumenti e altri 4 litri sotto la seduta.

Il Genie Lite 3 è disponibile in quattro taglie e la cura per i dettagli non manca come al solito…

Ora, anziché tediarvi con altre descrizioni vi lasciamo al video esplicativo di Gin che come sempre è un capolavoro.

Per altre info più dettagliate vi rimandiamo al sito della casa e a quello del rivenditore italiano Sky Explorers di Nicole Fedele.

Stay tuned !